Museo d'Arte Cinese ed Etnografico  ●  Missionari Saveriani  - V.le S. Martino, 8  -  43123 Parma  ●  0521-257.337

Bodhidharma attraversa il Fiume Azzurro


Bodhidharma attraversa il Fiume Azzurro

DataPeriodo Repubblicano
1912-1925
Categoria Calchi Area Shaolin, Cina Misure H. cm. 113.
L. cm. 55.
cna0592

Bodhidharma attraversa il Fiume Azzurro su un canna

 

 

Calco di Bodhidharma che attraversa il Fiume Azzurro su un canna.
Venerato come il primo patriarca della tradizione buddhista cinese chan (giapponese zen), Bodhidharma fu un monaco indiano che giunse e soggiornò in Cina tra la fine del V e i primi decenni del VI secolo.
Nonostante l’assegnazione di questo ruolo, il suo rapporto con la nascita e la dottrina del buddhismo chan sono tutt’altro che certi.
Nel tempo, i pochi frammenti biografici si sono amplificati nei racconti agiografici dando origine a una ricca e fantasiosa produzione di racconti e di iconografie originali.
Una di queste lo ritrae in equilibrio su una canna mentre attraversa il Fiume Azzurro, in riferimento al suo allontanamento dalla corte dell’imperatore Wu dei Liang per dirigersi verso la Cina settentrionale.
La figura eroica e possente di Bodhidharma, sorretto in maniera improbabile da una canna, evoca i poteri sovrannaturali attribuiti al personaggio e la sua personalità non convenzionale.
La scarpa che pende dal bastone si riferisce invece a un’altra leggenda, secondo la quale tre anni dopo la sua morte Bodhidharma fu avvistato in Asia centrale mentre ritornava in India calzando una sola scarpa.
Tecnica: inchiostro nero su carta.
Nel Museo dal 1925. Provenienza Shaolin.