Museo d'Arte Cinese ed Etnografico  ●  Missionari Saveriani  - V.le S. Martino, 8  -  43123 Parma  ●  0521-257.337

Tsong Khapa


Tsong Khapa

DataDinastia Qing
1736-1795
Categoria Religiosità Pop. Area Tibet Misure H. cm. 30.
W. cm. 26.
cna0192

Tsong Khapa

 

 

La statua - Dinastia Qing - rappresenta il sapiente Tsong Khapa (1357-1419) nel tipico atteggiamento del Buddha. Seduto a gambe incrociate; tiene le mani unite per i cerchi che formano tra loro pollice e indice, nella posa cioè dell'insegnamento (dharmacakra mudra). La più eminente personalità del mondo lamaico. Grande riformatore del lamaismo tibetano, fondatore della setta dei “Berretti gialli”. È ritenuto incarnazione della Sapienza ed un secondo Buddha. Nella base della statua erano contenuti oggetti di religiosità: vasetto, che contiene, forse, le ceneri di un bonzo; rotolini cartacei, che contengono preghiere, scongiuri, citazioni dai libri sacri; una immagine del dio della sapienza (Manjiusri) che fende con la spada le tenebre dell’ignoranza; due piccole tsa tsa (immagini di Buddha Amytayus), due mandala geometrizzati ottenuti con fili di seta. Chiamò il suo monastero Paradiso ed i suoi monaci, coloro che seguono la virtù.
Nel Museo dal 1947. Proviene da Pechino.