Museo d'Arte Cinese ed Etnografico  ●  Missionari Saveriani  - V.le S. Martino, 8  -  43123 Parma  ●  0521-257.337

Collezione Amuleti

 

Amuleto a forma di zucca. Ottone
Amuleto a forma di zucca, ottone
"Grande Pace nell'Impero"

Tra la montagna di monete cinesi che i Saveriani sono venuti raccogliendo, sopratutto nei primi decenni del '900, oltre alle monete propriamente cinesi, v'erano monete annamite, coreane e giapponesi, evidentemente in libera circolazione nella Cina di allora. C'erano anche pezzi, simil-monete, classificati sotto il nome di "amuleti".

Ne conteneva 46 la collezione che viene chiamata "collezione Bonardi rossa" ed una settantina quella, sempre classificata dal p. Bonardi, chiamata "collezione Bonardi Azzurra". Altri se ne trovavano confusi tra le monete non classificate. Da ultimo, sono 74 quelli presenti nella "collezione Rossi Scalzi".

In totale, oltre 200 amuleti, con doppioni ed esemplari illeggibili. Una collezione se si vuole modesta, ma di estremo interesse. Perché questi oggetti, in una cultura estremamente raffinata come quella cinese, amante delle allusioni, dei simboli, dei rimandi a leggende e credenze popolari, sono pieni di fascino e permettono di gettare uno sguardo sulle insicurezze, idiosincrasie, attese, credenze e ricerca di senso, presenti nel cuore dei Cinesi come in quello delle persone di tutte le latitudini.

La diffusione pressoché universale di simili oggetti è a tutti nota. La Cina non fa eccezione. Qui, per tenere lontani spiriti e creature nocive e per augurarsi ed augurare felicità, successo, carriera, ricchezza ecc... si evocano personaggi storici, piante, animali e benevole costellazioni, si fa ricorso a rimandi e reminiscenze letterarie, a figure sintattiche, a parole omofone, a simboli ecc...: un mondo fantastico che vale la pena di scoprire.

Vi è poi un'altra caratteristica che distingue il vastissimo universo degli amuleti cinesi: la maggior parte di essi appartiene allo stesso paradigma morfologico e semantico delle monete. Il che equivale al dire: così come le monete rappresentano per loro natura una vera forma di potere nell’ambito degli affari terreni, appare ovvio che pure gli amuleti-monete possano godere di poteri atti a tenere sotto controllo le forze ostili che non appartengono a questo mondo e, permettano quasi di acquistare quella fortuna e successo, anch'essi non sempre e completamente sotto totale controllo umano. Non è forse verosimile che il denaro possa comperare tutto? Anche le divinità celesti ed i beni immateriali.

 

Amuleti